DD ALDO MORO

Pronto soccorso DaD!!!!

Print Friendly, PDF & Email

Approccio peer to peer per la didattica a distanza. Un percorso di supporto reciproco dove ciascuno fa la propria parte per crescere e far crescere in un rapporto decisamente osmotico.

Di seguito, una serie di tutorial creati dalle nostre docenti più tecnologiche, sistemati dalla Webmaster Rita Manni, che danno l’opportunità a tutti di sperimentare, anche in forma guidata, gli strumenti di una nuova didattica che, quasi con violenza, sta sovvertendo le abitudini più radicate.

Si ringraziano tutti per la volontà, la costanza, la caparbietà e la creatività con cui si è deciso di accettare questa sfida. Si invitano i docenti e i non docenti a cliccare e sperimentare.

La Dirigente Scolastica 

Prof.ssa Maria Principato

   
Google Drive:
creare cartelle e caricare file
Ins. F. Brizzi
  Google Drive:
creare un link all’interno di un file
Ins. F. Brizzi
  Excel/fogli Google: inserire commenti
Ins. A. Tomassucci
   
Excel/fogli Google: inserire filtro
Ins. A. Tomassucci
  Excel/fogli Google: tabelle facili e ordina dati
Ins. A. Tomassucci
  Scrittura condivisa di un documento di Google Drive
Ins. C. Forti
   
Come eseguire una Presentazione di Google
Ins. A. Paterni
  Creare un disegno con Google Disegno
Ins. A. Strianese
  Inserimento di un post nella pagina di plesso del blog
Ins. A. Strianese
   
Come creare un link di invito in Google Meet
Ins. A. Strianese
  Meet: funzioni base
Ins. F. Cornice
  Meet: funzioni avanzate (registrazione, condivisione dello schermo, condivisione file audio/video) Ins. F. Cornice
   
Meet: alzare la mano con  l’estensione NOD Ins. I. Paterni   Meet: Estensione TAB RESIZE Ins. I. Paterni   Come firmare il registro del Collegio
Ins. A. Tomassucci
     
Moduli Google – Come creare compiti, quiz e sondaggi Ins. J. Todaro
  Estensione Google Meet Grid View Ins. J. Todaro    

 

 

 

 

Creato con Padlet

didattica a distanza

 

Il nuovo DPCM del 4 marzo 2020 e l’ultimo del 9 marzo 2020 ribadiscono la possibilità di attivare per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, MODALITÀ DI DIDATTICA A DISTANZA, avendo anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità con l’impiego di tutti gli strumenti digitali a disposizione della scuola.

“i dirigenti scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità”.

Le istruzioni operative del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 sottolineano due elementi fondamentali:

  • la necessità di una programmazione delle attività a distanza
  • considerare la didattica a distanza non solo come trasmissione di compiti da svolgere

“Va, peraltro, esercitata una necessaria attività di programmazione” […] “Le istituzioni scolastiche e i loro docenti stanno intraprendendo una varietà di iniziative, che vanno dalla mera trasmissione di materiali (da abbandonarsi progressivamente, in quanto non assimilabile alla didattica a distanza), alla registrazione delle lezioni, all’utilizzo di piattaforme per la didattica a distanza (…) Si consiglia comunque di evitare, soprattutto nella scuola primaria, la mera trasmissione di compiti ed esercitazioni, quando non accompagnata da una qualche forma di azione didattica o anche semplicemente di contatto a distanza.”

E’ in quest’ottica che l’Aldo Moro si è dotata di alcuni strumenti: 

e parallelamente sta sperimentando, in un vero percorso di ricerca azione. Questi gli strumenti: 

Weeschool: una piattaforma free che permette ad alunni e docenti di collaborare, di realizzare delle lezioni interattive utilizzando i contenuti presenti nella Rete e fare videoconferenze

Blogger: una piattaforma di blogging gestita da Google sulla quale è possibile inserire contenuti di diverso genere,quali  schede, video, file audio e in modalità avanzata consente anche un feedback da parte dei lettori

Screen Recorder: uno strumento che consente di catturare qualsiasi area dello schermo con l’opzione per aggiungere la narrazione con audio e video dalla propria webcam. In questo modo la metodologia della FLIPPED CLASSROOM diventa realtà e il docente può fornire videolezioni realmente calibrate sulle esigenze degli alunni

GOOGLE SUITE FOR EDUCATION la piattaforma consente di attivare tutte le app online per la condivisione e la produzione di contenuti quali documenti, fogli di calcolo, presentazioni. In particolare per i docenti Google Meet: permette di organizzare dei webinar, cioè delle videoconferenze con molte persone

Questo contenuto ti è stato utile?

Hai suggerimenti per migliorarci?